PIERO DEL PRETE

Nato nel 1964 a Napoli, Piero comincia a suonare all’età di dieci anni acquisendo i primi insegnamenti di chitarra classica ma ben presto viene attratto dalla musica rock grazie anche all’ascolto dei Pink Floyd I primi anni di studio coincidono con riferimenti di chitarristi come SantanaDavid Gilmour, ma anche chitarristi italiani come Dodi Battaglia, contribuiscono ad arricchire il bagaglio di studio di Piero che comincia così a suonare nei clubs e nelle manifestazioni con svariate formazioni pop- rock riproponendo proprio covers dei gruppi più in voga del momento.

Verso i 18 anni Piero si avvicina al Jazz, ascoltando Movin Along un disco di Wes Montgomery, uno dei “padri” della chitarra jazz.
I suoi virtuosismi e il modo di “far cantare lo strumento” appassionano Piero che comincia così uno studio delle armonie e dell’ improvvisazione jazz accompagnata da un altro “amore chitarristico” per George Benson discepolo ed erede di Montgomery.
Comincia a collaborare con musicisti come Lello Somma e Mauro Galluccio suonando nei clubs, arrivando alla loro prima registrazione in studio. Nel repertorio brani come Oleo, Days Of Wine And Roses, Footprints e altri standard…da Charlie Parker ai Weather Report costituiscono il background della band che vede la partecipazione in diverse rassegne musicali.

Dal 1988 circa, Piero comincia a comporre brani.Questi hanno molto della cultura jazzistica assimilata, soprattutto per quanto riguarda la parte armonica mentre nei temi spicca fortemente il senso melodico della cultura mediterranea; nel frattempo la lista dei chitarristi preferiti si è ampliata e variegata con Tal FarlowJoe PassPat MartinoPat MethenyMike SternRobben Ford Albert Lee.

Nel 1991 nasce il progetto di registrare in studio i brani originali con L. Somma Mariano De Rosa. Brani come “Blusette”, “Solaria”, Remember” ed altri destano l’attenzione dell’etichetta
New Sound che nel 1992 pubblica il brano Remember nella compilation New Age vol. 17” vendendo più di 40.000 copie

Nel 1992 l’altro brano Solaria, fa parte della track list del primo album di “Piero Del Prete Musica D’Autore” uscito sempre nello stesso anno. Questo progetto venne proposto a Del Prete dalla Gala Records/Ricordi e si incentrava sulla rivisitazione in chiave strumentale di conosciuti successi della musica italiana; brani come “Albachiara” di Vasco Rossi, “Futura” di Lucio Dalla fanno dell’album un ottimo trampolino di lancio per Del Prete che vede la sua musica irradiata attraverso canali radiofonici di rilievo come Radio Kiss Kiss Italia che decide di adottare questo cd come colonna sonora della sua programmazione.

Nel 1996 esce il cd “Musica Italiana Relax” distribuito dalla Flying Records. L’album si rivela un’ottima trovata discografica grazie anche alla collaborazione promozionale di Radio CRC, nota emittente radiofonica partenopea che trova buona l’idea di proporre le canzoni con “la voce”di una chitarra.

Tra i 12 brani del cd ricordiamo “Adesso tu” di Eros Ramazzotti, “Si Viaggiare” di Lucio Battisti, “Un’estate fa” di Mina, “Ancora” di Eduardo De Crescenzo, eseguiti in una performance davvero eccellente grazie anche alla collaborazione agli arrangiamenti di Mariano De Rosa.

Seguono gli albums “Momenti” del 1997 e “Immensamente” del 1998, pubblicati dalla Columbia Sony Music. Il sound di queste produzioni risulta molto gradevole, relaxing ed intriso di pop, jazz e blues; ad attestarlo contribuiscono recensioni di giornali tra cui Guitar Club, mensile del settore. e passaggi radiofonici su Radio Italia Radio Montecarlo nello spazio di “Montecarlo Night”. Tra i brani ricordiamo “Figli delle stelle”, la famosa hit di Alan Sorrenti arricchita dal sax di Jerry Popolo, “Almeno tu nell’universo” omaggio alla compianta Mia Martini, “Caruso” di Lucio Dalla suonata in stile jazz-ballad con raffinato arrangiamento orchestrale di Enzo De Rosa.

Dal primo album del ’92, “Musica D’Autore” è nata una linea di produzione discografica di covers italiane. All’interno di ogni cd sono presenti anche brani originali di Del Prete che lo attestano come abile chitarrista e compositore che “…. sà fondere i virtuosismi con la dolcezza del tocco….tra il cuore e le dita di un interprete d’eccezione” (Guitar Club; spot promozionale Radio Montecarlo).

Nel 2008 Piero pubblica il CD A Love Again una raccolta di brani originali dal sapore contempory & smooth Jazz cui vanno segnalati Momenti #1, Sensual Motion, A Love Again. Il Cd si può trovare su iTunes, Amazon e la maggior parte dei Digital Stores.

Nel 2010 nasce il Piero Del Prete Quartet, la band con la quale il chitarrista suona dal vivo non solo le canzoni italiane (da Battisti a Dalla) ma molte hits della musica pop internazionale, riproposte in chiave smooth jazz (Puoi vedere e ascoltare questo nuovo progetto sul canale www.YouTube.com/theItalianGuitar).

Nel 2013, la produzione discografica di Piero Del Prete prende corpo con l’uscita nello stesso anno di una Compilation a due volumi: “Italian Music Relax Vol1 e 2” disponibili su tutti i Digital Stores (iTunes, Google Play, etc.)

Nel 2014 Piero pubblica Before the Sun“, un cd di composizioni originali realizzate con solo chitarra acustica. Va segnalato proprio il brano che da il titolo al cd che è stato utilizzato per l’ omonimo video “Before the sun”. “E’ una “riflessione musicale e danzante” sulle emozioni che una città… forse qualunque città… può dare appena prima dell’Alba, prima del Sole, sulle note di una Danza quando tutto ancora tace” E’ scaricabile su tutti i Digital Stores mondiali.

Sempre nel 2014 Piero incontra Pino Giordano noto autore di canzoni famose tra cui la celebre Ipocrisia che a distanza di 40 anni continua a fare il giro del mondo con Marc Anthony che ha ridato grande diffusione al brano; dall’incontro nascono due brani Nun me scurdà e Passione senza fine dove il background jazzistico e l’esperienza discografica si vanno a fondere alla musica “cantata”.

Nel maggio 2016 Piero ripartecipa al Festival di Napoli new generation edizione 2016 tenutosi al Teatro Politema di Napoli , questa volta aggiudicandosi il 2° Posto con il brano di sua composizione “Ammore Ammore Ammore” Testi di (A. Pane e P. Del Prete). Sul palco del Festival Piero è accompagnato dalla pop jazz singer Angela Napoletano. Il duo riscuote oltre al consenso della giuria, moltissimi plausi dalla critica e dal pubblico. Prossimamente l’ uscita del VideoClip di “Ammore Ammore Ammore” che vede anche la partecipazione della attrice Thalya Orefice

Nel Giugno 2016 esce la Compilation “Italian Smooth Jazz All Starz” per la nota etichetta jazz Alfa Music che inaugra il Catalogo smooth jazz con un album di 17 artisti che meglio rappresentano lo smooth jazz made in Italy nel mondo . Tra gli artisti va segnalata la presenza di Rocco Ventrella, Gianni Vancini, Amedeo Bianchi, Costantino Ladisa e Piero Del Prete con il suo brano“Weekend in Naples”, un brano dove una spiccata melodia mediterranea viene miscelata da suoni e goove tipicamente smooth jazz. Nel brano hanno registrato talentuosi musicisti partenopei come Paolo Sessa alle tastiere,Enrico Scarpa al sax tenore, Mauro Esposito alla batteria e Joe De Marco al basso.

Oltre alla Composizione, Arrangiamenti, Piero svolge sia attività didattica (chitarra – Tecnica dell’improvvisazione moderna e jazz) sia quella di Produttore musicale.
Piero propone i suoi progetti Live con lo “Smooth Jazz Project”, la band con la quale il chitarrista suona non solo canzoni italiane ma molte hits della musica pop internazionale, riproposte in chiave smooth jazz . Interessante il nuovo Repertorio di canzoni scritte da Piero e cantate da Vocalist d’eccezione, dove la Melodia Napoletana incontra i colori del jazz.

Comporre e suonare live canzoni originali che propongono la Melodia Partenopea su armonie e atmosfere smooth jazz, coinvolgendo bravissimi ospiti come la vocalist Tiziana Ruoto, entusiasma Piero che partecipa al famigerato Festival di Napoli in giugno 2015 con il brano Cu’Te ottenendo ottimi consensi del pubblico e della critica. Di questo brano è stato realizzato anche un VideoClip visibile su Youtube; naturalmente “Cu Te” è disponibile su tutti gli Stores di Musica (da iTunes ad Amzon etc.).

MERCH OFFICIAL SHOP

Torna su